Tramite il sito sono installati cookie di terze parti anche profilanti. Clicca su "OK" o nella pagina per accettare detti cookie. Per maggiori informazioni o disattivazione consulta l’informativa cookie. OK

Pharma

L’area Healthcare propone progetti che rispondano direttamente alle esigenze del comparto farmaceutico-sanitario attraverso alcuni strumenti tra cui: Healthcare Lab, momenti di formazione e confronto su tematiche chiave. Formazione in house e finanziata, percorsi specifici non solo a livello accademico, ma anche pratico-operativo. Formazione FAD, rivolta a figure chiave del comparto sanitario-farmaceutico, attraverso partnership con Provider, consulenti d’eccellenza e associazioni di categoria Quaderni Cost of Illness per veicolare informazioni qualificate sulla value proposition di un farmaco/dispositivo biomedicale verso i principali stake holder di riferimento


Sales Team 06.845411
eventi realizzati
nessun evento in programma
eventi realizzati
nessun evento in programma

News & Media

Nuove sfide delle farmacie dopo il DDL concorrenza

Ieri pomeriggio a Roma si è svolto il convegno Farmacia Italiana di Business International – Fiera Milano Media con il patrocinio di Federfarma Lazio e la partecipazione dell’associazione NOVA, sul nuovo ruolo delle farmacie sul territorio e l’evoluzione del settore.
A introdurre il dibattito, due figure di peso: Franco Caprino, il presidente di Federfarma Lazio, ed Emilio Croce, presidente dell’Ordine dei Farmacisti di Roma. Fil rouge della giornata è stato il tema del cambiamento della Farmacia italiana: una vera e propria istituzione radicata sul territorio, che vive oggi una intensa fase di trasformazione ed evoluzione. “La farmacia italiana è un qualcosa di bello e che funziona, oggi parliamo di come evolverà”, questa l’introduzione del presidente Caprino.

Croce ha sottolineato la puntualità e l’opportunità del convegno giunto un mese dopo che il Governo ha approvato l’articolo 33 del Disegno di Legge sulla Concorrenza: “Si tratta dell’apertura della proprietà della farmacia alle società di capitali: un evento storico” ha detto Croce. “Se la legge verrà approvata così com’è, modificherà profondamente il regime giuridico farmaceutico: prima l’ordinamento prevedeva la possibilità di possedere una farmacia solo ed esclusivamente per i farmacisti o per le società di farmacisti; in seguito a questa norma, la situazione cambierà: qualsiasi persona fisica o giuridica (anche senza farmacisti) potrà possedere una farmacia: tutte le leggi precedenti saranno dunque in discussione”.

Successivamente l’Onorevole Federico Gelli, responsabile del settore sanità del Partito Democratico, ha risposto affermando che “si tratta di un Disegno di Legge su cui si potrà discutere e ci potranno essere dei cambiamenti” e ha aggiunto: “perdere un patrimonio imponente come le farmacie sarebbe un danno, economico e qualitativo”. L’Onorevole Raffaele Calabrò, membro della XXII Comm.ne Affari Sociali – Sanità della Camera dei Deputati ha poi aggiunto che “il Patto della Salute cambia il ruolo delle farmacie, le rende il vero front office della sanità” e successivamente ha affermato che c’è bisogno di “definire alcuni paletti rigidi per le successive stesure della legge”: e su questo punto ha delineato un panorama delle norme dei principali paesi europei.

Tra i temi affrontati, anche il nodo liberalizzazioni, spesso viene visto come un’opportunità per fare crescere l’economia e diminuire i prezzi per i consumatori, ma – come ha sottolineato il chairman del convegno, il professore di Economia sanitaria e farmaceutica Fabrizio Gianfrate: “se il mercato è fermo, le liberalizzazioni non servono e spesso provocano un calo di personale e posti di lavoro”.

L’intervento di Nomos Lab – Laboratorio Politiche Sanitarie, ha poi esposto una sintesi delle principali riforme del settore degli ultimi 10 anni, dai Decreti Storace, Bersani, alle riforme di Monti, fino a oggi, ed ha snocciolato alcuni dati del comparto. Tra i numeri esposti da Nomos, anche quelli per cui “in Italia nel 2014 circa il 70% delle vendite del mercato farmaceutico è stato gestito dalle piccole farmacie rurali e urbane. Nel nostro Paese c’è un farmacista ogni 1.050 pazienti e un medico generale ogni 1.200”.

Secondo Claudio Montaldo, vicepresidente e Assessore alla salute, politiche della sicurezza dei cittadini della Regione Liguria e responsabile del settore Sanità, Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province autonome “bisogna passare a una logica per cui la remunerazione si aggancia alla presa in carico del paziente”. Carla Bruschelli, Medico di Medicina Generale SIMG ha evidenziato come “bisogna insistere sull’aderenza alla terapia che, se appropriata, è il migliore modello per il contenimento dei costi: il problema più grande (dopo l’adeguatezza della terapia) è infatti proprio costituito dal paziente che non si cura e che molto probabilmente avrà dei problemi diventando quindi un costo. In questo contesto sono centrali i ruoli del medico e del farmacista perché presenti e radicati sul territorio”.

Dopo una carrellata significativa dei principali reati commessi in Italia negli ultimi anni, in materia farmaceutica e di contraffazione, curata dal Comandante dei NAS di Roma Dario Praturlon, che ha messo in luce l’elevato numero di questi reati, spesso in relazione a vendite avvenute sul web, l’evento si è avviato alla conclusione. Il settore farmaceutico è in forte evoluzione: in questo processo di cambiamento uno dei temi centrali è senz’altro l’ingresso del capitale nelle farmacie, ma anche l’evoluzione del ruolo stesso della farmacia che deve essere ripensato, per valorizzare e non disperdere il grande patrimonio di etica professionale, radicamento sul territorio e presidio sanitario, che ha per tutta la popolazione italiana. La sfida è lanciata.

... continua
Il tesoretto dei "mature brands"

"Se è vero che sviluppare un farmaco costa quasi 3 mild di dollari (1), allora più che mai l’ attenzione andrebbe intensificata sull’intero portfolio prodotti . In particolare la franchise dei “mature brands “ rappresenta per l’Azienda un “tesoretto” da curare nei particolari . Dai dati 2013 di Assosalute si è potuto dimostrare che circa 12 millioni di unità di farmaco , sono andate al “macero” . Circa 30 millioni di € , sono quindi andati persi in larga parte per variazioni di packaging . I soli fogli illustrativi nel 2013 hanno subito 5000 variazioni , solo per portare un esempio.

Sulla base di una nostra esperienza (2)svolta presso alcune aziende , è stato possibile approfondire l’argomento , valutando come le variazioni di packaging incidono con costi importanti sulla filiera farmaceutica . Abbiamo potuto dimostrare come una Società Farmaceutica genera una serie di costi nella variazione di un packaging che proviamo qui di seguito ad elencare :
FTE ( Full Time Equivalent) dedicati al processo di deposito delle variazioni all’AIFA controllo verifica ed invio di testi certificati agli Stabilimenti di produzione . A loro volta gli Stabilimenti di produzione dedicano altri FTE dedicati ( Controlli qualità etc) per il packaging , prima ancora di passare al processo produttivo vero e proprio.

LaComunicazione tra Reparti ( Regulatory ; Marketing ; Legal ; Produzione) genera leadtime temporali che incidono sul costo dei write off , sul planning di produzione , sui Back Orders , sui costi di immagazzinamento. Con un migliore procedurizzazione della comunicazione basata su web tools, analisi migliorativa del leadtime ,basandoci su sistemi più snelli e condivisi, si sono potuti dimostrare cost saving interessanti. Il modello prevedeva l’introduzione di web tools che hanno permesso in una condizione di circa 45 sku’s che incidevano con 450 controlli di Artwork/anno ,un risparmio di circa il 50% del tempo dedicato . Questo risparmio temporale ha avuto riflessi sul plant , dove si è guadagnato circa 1 mese di pianificazione produttiva . In termini di costi ( saving diretti, indiretti e write off) si sono potuti risparmiare circa 125.000 € , ai quali andrebbero sommati i costi di migliore ammortamento delle macchine produttive ,riduzione di Back Orders ,riduzione del magazzino presso la distribuzione, riduzione del recall e/o riconfezionamento di prodotto. Se si potesse approfondire l’analisi anche su questi costi , i risultati sarebbero senza ombra di dubbio ancora più di interesse e di attenzione , soprattutto in un momento di crisi economica ,quale l’attuale ."

Roberto Adrower, Consigliere, AIMF- Bee-BIP& Co Sas

1) Tufts Center for the Study of Drugs Development 2014
2)Roberto Adrower Bee-BIP&Co sas 2013 -2014
 

... continua
BusinessInternational.DataContext.View_VideoBusinessUnit
Il Farmaco Generico - Claudio Ciricelli

NEWSLETTER

Registrati alla Newsletter di Business International
Ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 D. lgs. 30 giugno 2003, n. 196
Accettare l'informativa sulla privacy

Nel rispetto della normativa sulla privacy, desideriamo informare gli utenti del nostro sito web, www.businessinternational.it, che i dati rilasciati all’atto della registrazione ai servizi del ns. sito saranno trattati dalla nostra Società, Fiera Milano Media S.p.A., per le finalità connesse alla fornitura di tali servizi.
La registrazione ai servizi offerti dal nostro sito web è chiaramente facoltativa.
L’utente che lo desideri può registrarsi e creare un proprio profilo, attinente anche alla relativa attività imprenditoriale o professionale (business), inserendo i dati personali necessari per la sua identificazione e per l’invio delle correlate comunicazioni (e-mail e credenziali di accesso). In assenza dei dati richiesti per la registrazione (indicati come obbligatori) non sarà pertanto possibile usufruire dei servizi forniti dal nostro sito web. Il conferimento di alcuni dati ulteriori (come i recapiti telefonici) è invece facoltativo, risultando utile per migliorare il servizio ed agevolare i contatti con l’utente.
Attraverso la registrazione sarà possibile fruire interamente dei servizi messi a disposizione dal sito web (presentazioni, news) ed accedere alle procedure di acquisto di prodotti e servizi a pagamento (ad. es., nostri eventi formativi e pubblicazioni). All’atto dell’acquisto di nostri prodotti e servizi saranno chiesti all’utente registrato al ns. sito ulteriori dati necessari per le correlate attività amministrative e contabili (gestione dell’ordinativo e della iscrizione/partecipazione all’evento, relativo pagamento e fatturazione, ecc.).
I dati dell’utente così acquisiti saranno trattati prevalentemente con procedure informatizzate e modalità idonee ad assicurare la corretta gestione dei servizi richiesti e dei connessi adempimenti amministrativi e normativi. Il trattamento dei dati connesso ai servizi del nostro sito web è affidato a dipendenti, collaboratori e professionisti appositamente incaricati dalla nostra Società – Divisione Business International.
I dati potranno essere, inoltre, comunicati a società del nostro Gruppo, facente capo a Fiera Milano S.p.A., e ad altre società di nostra fiducia che, in qualità di titolari o responsabili, ci supportano nella fornitura dei predetti servizi (l’elenco aggiornato di tali soggetti è richiedibile per e-mail all’indirizzo privacy@businessinternational.it).
Qualora l’utente lo desideri può inoltre richiedere di aderire al servizio di pubblicazione di alcuni dati relativi al suo profilo sul sito www.whoswho.it, nell’ambito della apposita banca dati che contiene i riferimenti delle principali imprese operanti in Italia e del loro management e che è consultabile on line da utenti interessati od abbonati al servizio (per ulteriori informazioni in proposito, v. l’informativa e le faq presenti sul sito sopra indicato cliccando qui
L’indirizzo e-mail e di posta cartacea dell’utente registrato ai servizi del nostro sito potrà essere utilizzato dalla nostra Società per l’invio di newsletter e comunicazioni su eventi, pubblicazioni e novità di suo interesse, in relazione ai prodotti e servizi della ns. Società. L’utente può opporsi, in ogni momento (subito od anche successivamente), all’invio di tali comunicazioni, utilizzando l’apposita opzione riportata nel form di registrazione [o messa a sua disposizione nell’ambito della sezione relativa al suo profilo presente sul nostro sito], oppure inoltrando dalla sua casella di posta elettronica un messaggio di opposizione all’invio delle nostre newsletter o comunicazioni nei confronti dell’indirizzo e-mail privacy@businessinternational.it.
Previo consenso dell’utente (da rilasciare tramite le caselle riportate nel form di registrazione), i suoi dati personali potranno essere inoltre trattati dalla nostra Società per finalità di:

  • invio di comunicazioni commerciali per posta, telefono, fax, e-mail, sms e mms riguardanti servizi e prodotti non solo della nostra Società e delle società del nostro Gruppo, ma anche di altre società interessate a proporre, sempre tramite la nostra Società, vantaggiose offerte commerciali agli utenti dei nostri servizi,
  • rilevazione della qualità dei servizi, ricerche di mercato ed analisi od estrazioni di tipo statistico (per settore, attività, qualifica, area geografica, ecc.), con indagini ed interviste svolte anche attraverso i sistemi di comunicazione sopra indicati;

In ogni momento l’utente potrà comunque accedere ai suoi dati personali ed eventualmente chiederne l’aggiornamento, la rettifica od integrazione se inesatti od incompleti, la cancellazione od il blocco se trattati in violazione di legge, ovvero opporsi al loro uso per l’invio di comunicazioni commerciali ed esercitare gli altri diritti previsti dall'art. 7 del d.lgs. 196/2003, rivolgendosi a Fiera Milano Media S.p.A., Divisione Business International, con sede legale in Milano, Piazza Carlo Magno n. 1, e con sede operativa in Roma, Piazza della Repubblica n. 59, fax n. 06.85.35.42.52, e-mail: privacy@businessinternational.it.

CALL ME BACK

Inserisci i tuoi dati se vuoi essere contattato telefonicamente
Ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 D. lgs. 30 giugno 2003, n. 196
Accettare l'informativa sulla privacy

Nel rispetto della normativa sulla privacy, desideriamo informare gli utenti del nostro sito web, www.businessinternational.it, che i dati rilasciati all’atto della registrazione ai servizi del ns. sito saranno trattati dalla nostra Società, Fiera Milano Media S.p.A., per le finalità connesse alla fornitura di tali servizi.
La registrazione ai servizi offerti dal nostro sito web è chiaramente facoltativa.
L’utente che lo desideri può registrarsi e creare un proprio profilo, attinente anche alla relativa attività imprenditoriale o professionale (business), inserendo i dati personali necessari per la sua identificazione e per l’invio delle correlate comunicazioni (e-mail e credenziali di accesso). In assenza dei dati richiesti per la registrazione (indicati come obbligatori) non sarà pertanto possibile usufruire dei servizi forniti dal nostro sito web. Il conferimento di alcuni dati ulteriori (come i recapiti telefonici) è invece facoltativo, risultando utile per migliorare il servizio ed agevolare i contatti con l’utente.
Attraverso la registrazione sarà possibile fruire interamente dei servizi messi a disposizione dal sito web (presentazioni, news) ed accedere alle procedure di acquisto di prodotti e servizi a pagamento (ad. es., nostri eventi formativi e pubblicazioni). All’atto dell’acquisto di nostri prodotti e servizi saranno chiesti all’utente registrato al ns. sito ulteriori dati necessari per le correlate attività amministrative e contabili (gestione dell’ordinativo e della iscrizione/partecipazione all’evento, relativo pagamento e fatturazione, ecc.).
I dati dell’utente così acquisiti saranno trattati prevalentemente con procedure informatizzate e modalità idonee ad assicurare la corretta gestione dei servizi richiesti e dei connessi adempimenti amministrativi e normativi. Il trattamento dei dati connesso ai servizi del nostro sito web è affidato a dipendenti, collaboratori e professionisti appositamente incaricati dalla nostra Società – Divisione Business International.
I dati potranno essere, inoltre, comunicati a società del nostro Gruppo, facente capo a Fiera Milano S.p.A., e ad altre società di nostra fiducia che, in qualità di titolari o responsabili, ci supportano nella fornitura dei predetti servizi (l’elenco aggiornato di tali soggetti è richiedibile per e-mail all’indirizzo privacy@businessinternational.it).
Qualora l’utente lo desideri può inoltre richiedere di aderire al servizio di pubblicazione di alcuni dati relativi al suo profilo sul sito www.whoswho.it, nell’ambito della apposita banca dati che contiene i riferimenti delle principali imprese operanti in Italia e del loro management e che è consultabile on line da utenti interessati od abbonati al servizio (per ulteriori informazioni in proposito, v. l’informativa e le faq presenti sul sito sopra indicato cliccando qui
L’indirizzo e-mail e di posta cartacea dell’utente registrato ai servizi del nostro sito potrà essere utilizzato dalla nostra Società per l’invio di newsletter e comunicazioni su eventi, pubblicazioni e novità di suo interesse, in relazione ai prodotti e servizi della ns. Società. L’utente può opporsi, in ogni momento (subito od anche successivamente), all’invio di tali comunicazioni, utilizzando l’apposita opzione riportata nel form di registrazione [o messa a sua disposizione nell’ambito della sezione relativa al suo profilo presente sul nostro sito], oppure inoltrando dalla sua casella di posta elettronica un messaggio di opposizione all’invio delle nostre newsletter o comunicazioni nei confronti dell’indirizzo e-mail privacy@businessinternational.it.
Previo consenso dell’utente (da rilasciare tramite le caselle riportate nel form di registrazione), i suoi dati personali potranno essere inoltre trattati dalla nostra Società per finalità di:

  • invio di comunicazioni commerciali per posta, telefono, fax, e-mail, sms e mms riguardanti servizi e prodotti non solo della nostra Società e delle società del nostro Gruppo, ma anche di altre società interessate a proporre, sempre tramite la nostra Società, vantaggiose offerte commerciali agli utenti dei nostri servizi,
  • rilevazione della qualità dei servizi, ricerche di mercato ed analisi od estrazioni di tipo statistico (per settore, attività, qualifica, area geografica, ecc.), con indagini ed interviste svolte anche attraverso i sistemi di comunicazione sopra indicati;

In ogni momento l’utente potrà comunque accedere ai suoi dati personali ed eventualmente chiederne l’aggiornamento, la rettifica od integrazione se inesatti od incompleti, la cancellazione od il blocco se trattati in violazione di legge, ovvero opporsi al loro uso per l’invio di comunicazioni commerciali ed esercitare gli altri diritti previsti dall'art. 7 del d.lgs. 196/2003, rivolgendosi a Fiera Milano Media S.p.A., Divisione Business International, con sede legale in Milano, Piazza Carlo Magno n. 1, e con sede operativa in Roma, Piazza della Repubblica n. 59, fax n. 06.85.35.42.52, e-mail: privacy@businessinternational.it.