Tramite il sito sono installati cookie di terze parti anche profilanti. Clicca su "OK" o nella pagina per accettare detti cookie. Per maggiori informazioni o disattivazione consulta l’informativa cookie. OK

Infrastructure

Infrastructure è l’area che organizza conferenze, seminari, workshop e corsi in house sui temi più attuali nel settore delle Costruzioni, delle Infrastrutture e dei Trasporti. In calendario dai grandi appuntamenti come il global real estate o il forum Infrastrutture all’ampio programma di formazione su Appalti ed Edilizia. Key areas: Appalti e Subappalti, Contratti Pubblici, Costruzioni,DURC, Edilizia, Bandi e Gare d’Appalto, Green Building, Immobiliare, Infrastrutture, Contratti di Manutenzione, Project & Construction Management, Real Estate, Responsabilità Solidale, Trasporti, Sicurezza


Sales Team 06.845411
eventi futuri
RE-Start Real Estate Milano, 2 dicembre 2015 UniCredit Tower Hall, Via Fratelli Castiglioni (Angolo Viale Don Luigi Sturzo) re.businessinternational.it acquista gli atti
Forum Infrastrutture 2014 Roma, 27 novembre 2014 Palazzo Rospigliosi, Via XXIV Maggio 43 acquista gli atti
Forum Infrastrutture 2013 Roma, 23 ottobre 2013 Palazzo Rospigliosi, Via XXIV Maggio 43
1
eventi realizzati
nessun evento in programma

News & Media

Fmi: investire in infrastrutture - Visco: la Bce ha evitato il collasso

La crisi non è finita. Secondo il Fondo monetario internazionale servono più investimenti in infrastrutture pubbliche per favorire la ripresa perché diverse economie avanzate sono alle prese con bassa crescita e alta disoccupazione. Così gli ultimi dati sull'occupazione in Italia e in Europa. Per Visco "le misure eccezionali adottate a più riprese dalla Bce hanno sostenuto la liquidità dei mercati ed evitato un collasso del sistema del credito, a fronte di severi malfunzionamenti e distorsioni”

Nuovo report del Fondo monetario internazionale sulla situazione economica

''E' il momento giusto per spingere sulle infrastrutture: maggiori investimenti infrastrutturali spingono l'attività economica e creano lavoro''. Lo afferma il Fmi. Un aumento di 1 punto percentuale di Pil della spesa per gli investimenti aumenta i livelli di produzione dello 0,4% nello stesso anno e dell'1,5% in quattro anni. La spinta al Pil dagli investimenti compensa inoltre l'aumento del rapporto debito-Pil: la spesa in infrastrutture può ''pagarsi da sola se effettuata in modo corretto''.

“Diverse economie avanzate sono alle prese con bassa crescita e alta disoccupazione. Aumentare gli investimenti in infrastrutture pubbliche è una delle poche leve economiche che restano a sostegno della crescita'' afferma il Fmi, sottolineando che ''nei periodi di bassa crescita, un aumento della spesa per investimenti nelle infrastrutture può aumentare il livello della produzione dell'1,5% nello stesso anno e del 3% nel medio periodo. Nei periodi di elevata crescita l'effetto di lungo termine non è statisticamente significativo''.

''Uno shock da investimenti pubblici si traduce in una riduzione significativa nel medio termine del rapporto debito-Pil (fino a 9 punti percentuali dopo quattro anni) nei paesi in cui c'è un'elevata efficienza degli investimenti pubblici. Il rapporto debito-Pil tende ad aumentare nei paesi con bassa efficienza degli investimenti'' mette in evidenza il Fondo. ''Un aumento di un punto percentuale di Pil di spesa in investimenti riduce il rapporto debito-Pil nel breve termine (circa di 1,2 punti percentuali di Pil), ma l'effetto di medio termine è incerto e statisticamente non significativo''.

Il Fondo monetario evidenzia poi che la ripresa economica mondiale è debole e l’inflazione è bassa nell’area euro. ''Cinque anni dopo la crisi finanziaria, la ripresa globale continua ma resta debole. In diverse economie avanzate ci sono ancora sostanziali'' debolezze economiche ''e l'inflazione resta troppo bassa nell'area euro''. Lo afferma il Fondo Monetario Internazionale (Fmi) nei capitoli analitici del World Economic Outlook.

Inoltre gli squilibri globali delle partite correnti sono diminuiti di un terzo rispetto al picco del 2006, facendo scendere i rischi sistemici per l'economia globale. Ma restano preoccupazioni'', spiega il Fondo Monetario Internazionale (Fmi), sottolineando che a far temere è la natura degli aggiustamenti, legata al calo della domanda e ai differenziali di crescita. Il tasso di cambio ha giocato un ruolo limitato nel calo degli squilibri, comportando alti costi economici e sociali. […]

Visco: la Bce ha evitato il collasso con la distorsione dei mercati
"Le misure eccezionali adottate a più riprese dal Consiglio direttivo della Banca centrale europea hanno sostenuto la liquidità dei mercati ed evitato un collasso del sistema del credito, a fronte di severi malfunzionamenti e distorsioni che hanno caratterizzato i mercati finanziari e bancari; hanno disperso i timori di una dissoluzione dell'Unione monetaria". Lo ha detto il governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, nel suo intervento alla Conferenza interparlamentare sul fiscal compact. "Hanno evitato che la strategia complessiva di risposta alla crisi, necessariamente sviluppata su tempi lunghi, potesse essere compromessa, ma non la hanno resa meno necessaria".

Fonte: http://www.grr.rai.it

... continua
RE Start, un convegno per sfruttare la ripartenza

Quali sono gli approcci capaci di creare valore in un contesto che torna finalmente a registrare un segno più? Questo il tema dell’incontro organizzato da Business International il prossimo 2 dicembre a Milano. Un momento di riflessione che ospiterà gli interventi di accreditati esperti e player del settore. Dei quali, nelle pagine a seguire, proponiamo alcune anticipazioni.

Sul settore immobiliare torna a spirare un vento di crescita: stando, infatti, ai dati diffusi dall’Istat, nel secondo trimestre dell’anno fa nuovamente capolino il segno più per le compravendite che, dopo il calo del 3,6% registrato nel primo trimestre, beneficiano ora di un’accelerazione del 6,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. E tornano a correre prepotentemente anche i mutui, che guadagnano oltre il 23%.

I segnali sono insomma confortanti. Anche perché un’ulteriore spinta per il settore potrebbe arrivare nei mesi a venire degli investimenti in riqualificazione del patrimonio abitativo: se, come pare, gli incentivi in questo ambito verranno confermati nella Legge di stabilità,si potrebbe confermare la performance positiva già fatta segnare in questo 2015,anno in cui - stima l’Ance - la spesa per questa voce ha rappresentato il 37% del complessivo valore degli investimenti in costruzioni.

Un contesto tanto dinamico, tuttavia,impone agli operatori una riflessione a tutto campo sulle strade di sviluppo chel’immobiliare italiano andrà a per correre nel prossimo futuro. Quali saranno,infatti, gli approcci capaci di creare valore? E proprio da questa domanda prende le mosse RE - Start Real Estate, evento organizzato da Business International il prossimo 2 dicembre a Milano con l’obiettivo di condividere con lucidità e concretezza i segnali di ripresa in atto nel mercato e le esperienze innovative per lo sviluppo di nuovo business.

Protagonisti del convegno saranno quindi i top manager dell’industria immobiliare e i big player del real estate in ambito pubblico, privato e corporate. A loro infatti sono destinati gli interventi dei relatori, che andranno a illustrare i principali cambiamenti in atto nel settore. Interventi di cui nelle prossime pagine proponiamo alcune significative anticipazioni.

Clicca qui per scaricare il pdf dell'articolo

a cura di Manuela Falchero

 

... continua

NEWSLETTER

Registrati alla Newsletter di Business International
Ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 D. lgs. 30 giugno 2003, n. 196
Accettare l'informativa sulla privacy

Nel rispetto della normativa sulla privacy, desideriamo informare gli utenti del nostro sito web, www.businessinternational.it, che i dati rilasciati all’atto della registrazione ai servizi del ns. sito saranno trattati dalla nostra Società, Fiera Milano Media S.p.A., per le finalità connesse alla fornitura di tali servizi.
La registrazione ai servizi offerti dal nostro sito web è chiaramente facoltativa.
L’utente che lo desideri può registrarsi e creare un proprio profilo, attinente anche alla relativa attività imprenditoriale o professionale (business), inserendo i dati personali necessari per la sua identificazione e per l’invio delle correlate comunicazioni (e-mail e credenziali di accesso). In assenza dei dati richiesti per la registrazione (indicati come obbligatori) non sarà pertanto possibile usufruire dei servizi forniti dal nostro sito web. Il conferimento di alcuni dati ulteriori (come i recapiti telefonici) è invece facoltativo, risultando utile per migliorare il servizio ed agevolare i contatti con l’utente.
Attraverso la registrazione sarà possibile fruire interamente dei servizi messi a disposizione dal sito web (presentazioni, news) ed accedere alle procedure di acquisto di prodotti e servizi a pagamento (ad. es., nostri eventi formativi e pubblicazioni). All’atto dell’acquisto di nostri prodotti e servizi saranno chiesti all’utente registrato al ns. sito ulteriori dati necessari per le correlate attività amministrative e contabili (gestione dell’ordinativo e della iscrizione/partecipazione all’evento, relativo pagamento e fatturazione, ecc.).
I dati dell’utente così acquisiti saranno trattati prevalentemente con procedure informatizzate e modalità idonee ad assicurare la corretta gestione dei servizi richiesti e dei connessi adempimenti amministrativi e normativi. Il trattamento dei dati connesso ai servizi del nostro sito web è affidato a dipendenti, collaboratori e professionisti appositamente incaricati dalla nostra Società – Divisione Business International.
I dati potranno essere, inoltre, comunicati a società del nostro Gruppo, facente capo a Fiera Milano S.p.A., e ad altre società di nostra fiducia che, in qualità di titolari o responsabili, ci supportano nella fornitura dei predetti servizi (l’elenco aggiornato di tali soggetti è richiedibile per e-mail all’indirizzo privacy@businessinternational.it).
Qualora l’utente lo desideri può inoltre richiedere di aderire al servizio di pubblicazione di alcuni dati relativi al suo profilo sul sito www.whoswho.it, nell’ambito della apposita banca dati che contiene i riferimenti delle principali imprese operanti in Italia e del loro management e che è consultabile on line da utenti interessati od abbonati al servizio (per ulteriori informazioni in proposito, v. l’informativa e le faq presenti sul sito sopra indicato cliccando qui
L’indirizzo e-mail e di posta cartacea dell’utente registrato ai servizi del nostro sito potrà essere utilizzato dalla nostra Società per l’invio di newsletter e comunicazioni su eventi, pubblicazioni e novità di suo interesse, in relazione ai prodotti e servizi della ns. Società. L’utente può opporsi, in ogni momento (subito od anche successivamente), all’invio di tali comunicazioni, utilizzando l’apposita opzione riportata nel form di registrazione [o messa a sua disposizione nell’ambito della sezione relativa al suo profilo presente sul nostro sito], oppure inoltrando dalla sua casella di posta elettronica un messaggio di opposizione all’invio delle nostre newsletter o comunicazioni nei confronti dell’indirizzo e-mail privacy@businessinternational.it.
Previo consenso dell’utente (da rilasciare tramite le caselle riportate nel form di registrazione), i suoi dati personali potranno essere inoltre trattati dalla nostra Società per finalità di:

  • invio di comunicazioni commerciali per posta, telefono, fax, e-mail, sms e mms riguardanti servizi e prodotti non solo della nostra Società e delle società del nostro Gruppo, ma anche di altre società interessate a proporre, sempre tramite la nostra Società, vantaggiose offerte commerciali agli utenti dei nostri servizi,
  • rilevazione della qualità dei servizi, ricerche di mercato ed analisi od estrazioni di tipo statistico (per settore, attività, qualifica, area geografica, ecc.), con indagini ed interviste svolte anche attraverso i sistemi di comunicazione sopra indicati;

In ogni momento l’utente potrà comunque accedere ai suoi dati personali ed eventualmente chiederne l’aggiornamento, la rettifica od integrazione se inesatti od incompleti, la cancellazione od il blocco se trattati in violazione di legge, ovvero opporsi al loro uso per l’invio di comunicazioni commerciali ed esercitare gli altri diritti previsti dall'art. 7 del d.lgs. 196/2003, rivolgendosi a Fiera Milano Media S.p.A., Divisione Business International, con sede legale in Milano, Piazza Carlo Magno n. 1, e con sede operativa in Roma, Piazza della Repubblica n. 59, fax n. 06.85.35.42.52, e-mail: privacy@businessinternational.it.

CALL ME BACK

Inserisci i tuoi dati se vuoi essere contattato telefonicamente
Ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 D. lgs. 30 giugno 2003, n. 196
Accettare l'informativa sulla privacy

Nel rispetto della normativa sulla privacy, desideriamo informare gli utenti del nostro sito web, www.businessinternational.it, che i dati rilasciati all’atto della registrazione ai servizi del ns. sito saranno trattati dalla nostra Società, Fiera Milano Media S.p.A., per le finalità connesse alla fornitura di tali servizi.
La registrazione ai servizi offerti dal nostro sito web è chiaramente facoltativa.
L’utente che lo desideri può registrarsi e creare un proprio profilo, attinente anche alla relativa attività imprenditoriale o professionale (business), inserendo i dati personali necessari per la sua identificazione e per l’invio delle correlate comunicazioni (e-mail e credenziali di accesso). In assenza dei dati richiesti per la registrazione (indicati come obbligatori) non sarà pertanto possibile usufruire dei servizi forniti dal nostro sito web. Il conferimento di alcuni dati ulteriori (come i recapiti telefonici) è invece facoltativo, risultando utile per migliorare il servizio ed agevolare i contatti con l’utente.
Attraverso la registrazione sarà possibile fruire interamente dei servizi messi a disposizione dal sito web (presentazioni, news) ed accedere alle procedure di acquisto di prodotti e servizi a pagamento (ad. es., nostri eventi formativi e pubblicazioni). All’atto dell’acquisto di nostri prodotti e servizi saranno chiesti all’utente registrato al ns. sito ulteriori dati necessari per le correlate attività amministrative e contabili (gestione dell’ordinativo e della iscrizione/partecipazione all’evento, relativo pagamento e fatturazione, ecc.).
I dati dell’utente così acquisiti saranno trattati prevalentemente con procedure informatizzate e modalità idonee ad assicurare la corretta gestione dei servizi richiesti e dei connessi adempimenti amministrativi e normativi. Il trattamento dei dati connesso ai servizi del nostro sito web è affidato a dipendenti, collaboratori e professionisti appositamente incaricati dalla nostra Società – Divisione Business International.
I dati potranno essere, inoltre, comunicati a società del nostro Gruppo, facente capo a Fiera Milano S.p.A., e ad altre società di nostra fiducia che, in qualità di titolari o responsabili, ci supportano nella fornitura dei predetti servizi (l’elenco aggiornato di tali soggetti è richiedibile per e-mail all’indirizzo privacy@businessinternational.it).
Qualora l’utente lo desideri può inoltre richiedere di aderire al servizio di pubblicazione di alcuni dati relativi al suo profilo sul sito www.whoswho.it, nell’ambito della apposita banca dati che contiene i riferimenti delle principali imprese operanti in Italia e del loro management e che è consultabile on line da utenti interessati od abbonati al servizio (per ulteriori informazioni in proposito, v. l’informativa e le faq presenti sul sito sopra indicato cliccando qui
L’indirizzo e-mail e di posta cartacea dell’utente registrato ai servizi del nostro sito potrà essere utilizzato dalla nostra Società per l’invio di newsletter e comunicazioni su eventi, pubblicazioni e novità di suo interesse, in relazione ai prodotti e servizi della ns. Società. L’utente può opporsi, in ogni momento (subito od anche successivamente), all’invio di tali comunicazioni, utilizzando l’apposita opzione riportata nel form di registrazione [o messa a sua disposizione nell’ambito della sezione relativa al suo profilo presente sul nostro sito], oppure inoltrando dalla sua casella di posta elettronica un messaggio di opposizione all’invio delle nostre newsletter o comunicazioni nei confronti dell’indirizzo e-mail privacy@businessinternational.it.
Previo consenso dell’utente (da rilasciare tramite le caselle riportate nel form di registrazione), i suoi dati personali potranno essere inoltre trattati dalla nostra Società per finalità di:

  • invio di comunicazioni commerciali per posta, telefono, fax, e-mail, sms e mms riguardanti servizi e prodotti non solo della nostra Società e delle società del nostro Gruppo, ma anche di altre società interessate a proporre, sempre tramite la nostra Società, vantaggiose offerte commerciali agli utenti dei nostri servizi,
  • rilevazione della qualità dei servizi, ricerche di mercato ed analisi od estrazioni di tipo statistico (per settore, attività, qualifica, area geografica, ecc.), con indagini ed interviste svolte anche attraverso i sistemi di comunicazione sopra indicati;

In ogni momento l’utente potrà comunque accedere ai suoi dati personali ed eventualmente chiederne l’aggiornamento, la rettifica od integrazione se inesatti od incompleti, la cancellazione od il blocco se trattati in violazione di legge, ovvero opporsi al loro uso per l’invio di comunicazioni commerciali ed esercitare gli altri diritti previsti dall'art. 7 del d.lgs. 196/2003, rivolgendosi a Fiera Milano Media S.p.A., Divisione Business International, con sede legale in Milano, Piazza Carlo Magno n. 1, e con sede operativa in Roma, Piazza della Repubblica n. 59, fax n. 06.85.35.42.52, e-mail: privacy@businessinternational.it.